fbpx

Turismo

Macinare camminate alla scoperta della Valle di Susa

Vicino al Mulino bellissimi luoghi

Quando vieni al mulino per riscoprire i sapori antichi, vivi la rinascita di un territorio attraverso l’agricoltura e i bellissima paesaggi.

Oasi Xerotermiche Chianocco e Foresto

Le “Oasi xerotermiche” includono gli Orridi di Chianocco e di Foresto, aree protette regionali (Riserva naturale speciale dell’Orrido e Stazione di Leccio di Chianocco, Riserva naturale speciale dell’Orrido di Foresto e Stazione di Juniperus oxycedrus di Crotte-San Giuliano) e occupano una superficie di 1410 ha sul versante sinistro del settore centrale della Valle di Susa.

I comuni interessati dalle ZSC sono Bussoleno, Chianocco, Mompantero, Susa, Venaus.
La geomorfologia dell’area è caratterizzata da pareti calcaree incise da strette forre, dette appunto “orridi”, generate dall’erosione operata da modesti affluenti della Dora Riparia sui potenti strati calcarei.

La Via Francigena - Tappa 3

Il cammino francigeno lungo la sinistra orografica della Dora Riparia parte da Bussoleno e costeggia la linea ferroviaria, sino a raggiungere la frazione Grangia di Chianocco.Il percorso prosegue su strada asfaltata passando davanti all’antica cassaforte (XII sec.), interessante esempio di architettura civile romanica. Situato all’imbocco della Riserva dell’Orrido di Chianocco, il paese è composto da numerose frazioni ma il suo cuore più antico in località Campoasciutto è caratterizzato dal maestoso complesso fortificato del Castello (XIII sec.) e dall’antistante Parrocchiale di San Pietro Apostolo, sorta in seguito all’alluvione che distrusse quella romanica, di cui rimane solo la torre campanaria; degna di nota è anche la Cappella cimiteriale di Sant’Ippolito (XI sec.), decorata da pregevoli affreschi databili XV sec.

La strada scende verso la frazione Vindrolere e, attraversando una zona ricca di orti, coltivi, boschi e vigneti, tocca le prime abitazioni di Bruzolo: si passa accanto a un’antica fucina azionata da un sistema idraulico, una delle più complesse architetture protoindustriali della Valle di Susa.

Sentiero dei Franchi

Il Sentiero dei Franchi, nato nel 1980 con l’intento di ripercorrere l’ipotetico cammino di avvicinamento dell’esercito di Carlo Magno alle Chiuse assediate dai Longobardi, segue sentieri che nei secoli hanno rappresentato un percorso privilegiato per pellegrini e viandanti in transito lungo la Valle di Susa.

Da Oulx alla Sacra di San Michele, sul versante orografico destro della Valle, oltre 60 km di sentieri sfiorano antiche Certose ed importanti insediamenti religiosi (dall’antica Prevostura di Oulx alla Certosa della Madonna della Losa, dalla Certosa di Montebenedetto alla Sacra di San Michele) e costituiscono un importante tracciato escursionistico che offre a chi lo percorre l’opportunità di attraversare aree di notevole valore naturalistico (tra cui i parchi naturali del Gran Bosco di Salbertrand e dell’Orsiera Rocciavrè) e di cogliere ovunque il senso della storia di ieri e di oggi.

Parco Naturale Orsiera Rocciavrè - Parchi Alpi Cozie

Dal 1 gennaio 2012 i Parchi Naturali dei Laghi di Avigliana, Orsiera Rocciavrè, Gran Bosco di Salbertrand e Val Troncea sono stati unificati nell’Ente di Gestione delle Aree Protette delle Alpi Cozie, con sede a Salbertrand, presso l’ex Parco Naturale del Gran Bosco.

Il parco Orsiera Rocciavrè si estende per oltre 11.000 ettari su un’ampia area montuosa che comprende parte dell’alta Val Sangone e parte della dorsale che separa la Valle di Susa dalla Val Chisone.
I comuni interessati sono: Bussoleno, Chianocco, Mattie, Meana di Susa, San Giorio di Susa, Susa, Villar Focchiardo in Valle di Susa, Coazze in Val Sangone, Fenestrelle, Roreto Chisone e Usseaux in Val Chisone.

X