fbpx

Il Progetto

Tutti insieme per un Futuro più buono

il Mulino Valsusa si pone l'obiettivo di diventare un trait d'union tra i soggetti dell'intera filiera.

IL MULINO

Questa è la storia dell’antico mulino ad acqua che torna alla vita, nel comune di Bruzolo a poco più di quaranta kilometri da Torino. L’impianto ancora oggi visibile, restaurato della parte antica (ruota idrica, macine a pietra, buratto e utensili) e funzionante, risale al 1884 ma la sua posizione si trova sull’antica “strada dei molini” del paese, via che contava ben tre mulini attivi fin dal Medioevo.

È il primo mulino dell’intera valle di Susa a tornare produttivo a pieno regime con l’obiettivo di sviluppare una filiera agricola locale 100% tracciabile e sostenibile, ripopolando i terreni della Val di Susa con le varietà di grano tradizionali antiche.

Inoltre, il progetto impatta positivamente sul territorio e sul turismo divenendo un luogo di aggregazione e degustazione.

TERRENI SANI, PIANTE SANE, PERSONE SANE

Quando i terreni sono sani le popolazioni sono sane. Per questo motivo è importante costruire filiere produttive capaci di lavorare con costanza a questo fine. Ma tutto questo non è abbastanza se la popolazione non è informata e l’informazione diventa il mezzo per fare cultura, raccogliendo le conoscenze e saperi locali, incentivando l’incontro e lo scambio culturale, sensibilizzando la popolazione ad una “innovazione territoriale”.

GLI AGRICOLTORI CUSTODI DI UN RICCO PATRIMONIO DI GENI

Noi vogliamo raggiungere questo obiettivo: ripopolare i terreni della valle di Susa con i grani di varietà tradizionale antica e altre varietà di cereali come segale e mais, per costruire una filiera 100% tracciabile e sostenibile, con materie prime nate, coltivate e trasformate in valle di Susa.
Inoltre, vogliamo valorizzare con la trasformazione della materia prima, i prodotti locali come la castagna.

Per riuscire nel nostro intento chiediamo il rispetto dei parametri definiti nel disciplinare di produzione, creato appositamente dal Mulino Valsusa insieme agli agronomi e agli agricoltori locali, affinché si possa garantire una uniformità di coltivazione prediligendo sistemi di crescita naturale.

X